13 gennaio 2009

Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni

Diceva Shakespeare... e un po' è vero.. i sogni così belli, così grandi, così vicini... ma altrettanto così volatili, così irrealizzabili, così...
Già, ultimamente è così che mi sento, come un sogno... se riesco a realizzarmi sarò contentissimo, sarà la cosa più bella... ma se tutto d'un tratto dovessi svegliarmi... sarebbe un atterraggio alquanto duro.
I sogni sono le ali dell'uomo, diceva qualcun altro... per questo sogniamo troppo poco, perchè abbiamo paura che queste ali ci vengano tagliate... ma potremmo anche arrivare a toccare il cielo!

Non so bene perchè ho scritto queste cose, non so bene perchè ho scritto e punto... ma ho scritto! 

Viva gli amici, viva l'amore e viva i sogni... il don dice anche viva Gesù, diciamolo anche noi! :-)

1 commento:

Marco ha detto...

ho capito tutto. leggi "messaggio ad un'aquila che si credeva un pollo"